14 Febbraio 2020 | Conseil du bien dormir

L'arte di dormire in due

Ritornare alle notizie

Quasi uno svizzero su due non dorme da solo. Nel momento propizio per sentirsi a proprio agio, è normale apprezzare la presenza di un partner durante il sonno. A condizione che i due partner non interferiscano durante la notte. Meglio dormire da soli che male accompagnati? Non sempre! Ogni coppia ha la sua configurazione.

Quasi uno svizzero su due non dorme da solo. Nel momento propizio per sentirsi a proprio agio, è normale apprezzare la presenza di un partner durante il sonno. A condizione che i due partner non interferiscano durante la notte. Meglio dormire da soli che male accompagnati? Non sempre! Ogni coppia ha la sua configurazione.

Per le coppie che apprezzano il calore corporeo del proprio partner e che hanno abitudini simili di riposo e ritmi di sonno / veglia similari, è bene osservare i seguenti 3 punti, per un riposo tranquillo in coppia e un sonno riposante.

1

Scegli un letto adatto

Ogni notte ci muoviamo una media di 40 volte e altrettante sono le occasioni per disturbare il sonno del partner. Per un maggiore comfort, meglio scegliere un materasso da 160 x 200 cm o addirittura 180 x 200 cm. Per la lunghezza del materasso, aggiungi circa 15 cm alle dimensioni del partner più alto. Un calcolo semplice che permette di aumentare il tempo di riposo del 15%. E’ terminata la battaglia per sapere chi avrà l'ultimo pezzo di piumone: optiamo per due piumini adattati a ogni singola esigenza.

2

Scegli la tua zona di comfort

Parete o comodino? Destra o sinistra? Per dormire bene, è importante trovare il giusto accordo. Se, ad esempio, uno dei dormienti tende ad andare a letto un po 'prima e anche ad alzarsi prima, sarà consigliabile scegliere il lato del letto prossimo all’uscita della stanza.

3

Scegliete la posizione migliore
per dormire

Rannicchiati, abbracciati ... Ci sono molte posture per massimizzare lo spazio pur mantenendo una posizione adatta a garantire il corretto sostegno della colonna vertebrale. Le opere di "Kâma Sommeil" identificano il segreto delle posizioni per dormire bene da soli, ma soprattutto per due.

Ogni persona ha il suo ritmo di riposo. Nel caso di grandi differenze nelle abitudini del riposo e nel ritmo della vita tra partner, dormire in coppia può diventare un trabocchetto. Dormire in coppia può rendere più difficile addormentarsi e provocare risvegli notturni se uno dei partner russa, soffre di sonnambulismo, ha movimenti periodici degli arti o qualsiasi altro disturbo nel sonno. Se disturbati quotidianamente, si degrada la qualità del riposo nel lungo periodo. Per ovviare a questo problema, alcune coppie scelgono di dormire in letti separati.

Ma non fatevi prendere dal panico! Dormire in letti separati non è un cattivo presagio per la coppia, può anche essere benefico. Gli scandinavi e i nostri vicini tedeschi l'hanno capito molto tempo fa; i letti singoli sono la soluzione più pratica per preservare il sonno di tutti. Avendo sommier a molle e materassi indipendenti personalizzati secondo le esigenze, l'indipendenza del sonno è totale. I materassi gemelli creano così uno spazio letto proprio e un supporto su misura.

In tutti i casi, bisogna scendere a compromessi senza sforzarsi di adattarsi al ritmo dell'altro. È importante affrontare questo argomento senza tabù all'interno della coppia per scegliere la modalità di riposo adatta a entrambi e che preserverà la qualità del sonno per ciascuno. Letto king size, letti gemelli, materassi individuali, da Elite troverai inevitabilmente una soluzione per te. Viva l'amore !

Articoli simili
28 Gennaio 2020
E addormentarsi diventa un piacere « Ho dormito bene la scorsa notte ? » Questa è sicuramente una delle prime domande che ci poniamo al risveglio. Affinché questa domanda non diventi un'ossessione quotidiana, è necessario adottare delle buone abitudini.
06 Aprile 2020
Isolamento : qualche consiglio per restare al passo Questa indesiderata situazione pare un'opportunità per recuperare qualche sospeso verso il riposo, ma attenzione: dormire di più non significa dormire meglio. Trova qualche consiglio per non perdere terreno e mantenere una certa disciplina durante questa crisi sanitaria.
14 Aprile 2020
Quando le allergie ostacolano il sonno Le allergie sono nel loro pieno periodo! Colpiscono quasi una persona su tre e in metà dei casi sono respiratori. È proprio questo tipo di allergia che ha un'influenza negativa sul sonno, ma non solo: la relazione tra la qualità del sonno e le allergie si estende ad altri aspetti come la concentrazione, l'appetito e il livello di stress.