22 Ottobre 2020 | Notizie

« Il nostro lavoro è vendere un riposo di alta qualità »

Amministratore delegato degli hotel Cigogne ***** e Longemalle ****, due strutture di lusso situate nel cuore di Ginevra, Philippe Vuillemin si affida a Elite da più di vent'anni.  Ci spiega il perché.

Ciascuno di questi due alberghi ha il proprio carattere. Al Longemalle dominano i colori tenui e rilassanti: antracite per i saloni e la reception, blu scuro in alcune camere da letto, altre vestite nei toni del beige e del crema. Diversa l' atmosfera a La Cigogne, suo vicino, dove le pareti affrescate accolgono i visitatori. Nelle stanze, mobili e oggetti antichi e originali creano un'atmosfera unica.

Signor Vuillemin, cosa hanno in comune queste due strutture?

Philippe Vuillemin: Oltre alla loro posizione ideale, appartengono da anni alla famiglia Favre. Il signor Favre, che ha rilevato La Cigogne nel 1985 e Longemalle nel 1997, era appassionato di beni di seconda mano. Attivo nel settore immobiliare, è entrato nel settore alberghiero per passione, ma anche perché aveva bisogno di spazi dove mettere in mostra le sue collezioni. Abbiamo così ereditato tanti bei pezzi, alcuni dei quali davvero eccezionali, come questo letto spagnolo (vedi foto). Siamo lieti di lavorare con Elite, che ha progettato un materasso di alta qualità che perfettamente si adatta alle dimensioni straordinarie di questo vecchio mobile. Il che ci porta a un altro punto in comune tra questi due hotel: tutte le loro camere sono dotate di materassi Elite!

Come albergatore, a cosa da preferenza nella scelta dei materassi?

PV: Al comfort, ovviamente. Assicurare un sonno di alta qualità ai nostri clienti, è il nostro lavoro. I commenti che riceviamo ci confermano che questa è una missione compiuta, visti i complimenti che riceviamo regolarmente per il comfort dei nostri letti. Mi piace dire che a buon mercato è sempre troppo costoso, e questo è particolarmente vero per quanto riguarda un materasso, che deve essere durevole: non lo cambi ogni anno, né a casa né in hotel.

Quanto è importante per lei lavorare con un'azienda locale?

PV: Cerchiamo sempre laddove possibile di favorire i fornitori locali in tutto, dalle cucine, alla lavanderia, alla biancheria da letto ovviamente. Inoltre, il made in Svizzera e sempre più apprezzato dai nostri ospiti. Quanto alla sostenibilità, fa parte della nostra filosofia: lavoriamo con Elite da oltre vent'anni. Questo ci ha permesso di sviluppare un vero rapporto di fiducia. Siamo due aziende familiari, condividiamo gli stessi valori e ci capiamo. Questa vicinanza ci consente di garantire da vicino il comfort dei nostri clienti , che si tratti della manutenzione dei nostri materassi o di trovare rapidamente una soluzione nel caso insorgesse un problema.

Articoli simili
24 Settembre 2021
« Il Principe Forte dei Marmi , un’eccellenza con il retrogusto di comfort dall’effetto rigenerante. »

Forte dei Marmi, la perla della Versilia. Situata in una delle coste più affascinanti della Toscana, tra il blù del Mare Tirreno  ed il candore delle Alpi Apuane, è una meta di culto del jet set internazionale , con la sua vita mondana, le spiagge esclusive e i locali più alla moda.

E' in questo contesto privilegiato che troviamo l'Hotel Principe Forte dei Marmi 5*L, con la sua posizione strategica che lo rende meta d’eccezione del turismo balneare, artistico e culturale italiano.

28 camere arredate dai più noti designer , nelle quali poter vivere l'esperienza di un'accoglienza haute-de-gamme dove nessun dettaglio è lasciato al caso .  

01 Giugno 2021
Visitate la Svizzera e scoprite gli hotels top!

Con la situazione pandemica che migliora, molti di noi vogliono approfittare dell’  estate per scoprire la Svizzera. Proponiamo due destinazioni insolite dove potrai godere dello straordinario comfort dei letti Elite.

20 Aprile 2021
Pandemia: Impatti positivi e negativi sul sonnoInterview - Dr. Jose Haba-Rubio

Lo stress e l'ansia vissuti durante la pandemia hanno e continueranno ad avere numerose ripercussioni sulla nostra salute mentale. Il sonno per alcuni, a causa dello stress psicologico che causa l'insonnia, è stato fortemente compromesso. Per altri, il confinamento è stato invece l'occasione per riconnettersi con il proprio orologio biologico