14 Aprile 2020 | Conseil du bien dormir

Quando le allergie ostacolano il sonno

Ritornare alle notizie

Le allergie sono nel loro pieno periodo! Colpiscono quasi una persona su tre e in metà dei casi sono respiratori. È proprio questo tipo di allergia che ha un'influenza negativa sul sonno, ma non solo: la relazione tra la qualità del sonno e le allergie si estende ad altri aspetti come la concentrazione, l'appetito e il livello di stress.

Le allergie sono nel loro pieno periodo! Colpiscono quasi una persona su tre e in metà dei casi sono respiratori. È proprio questo tipo di allergia che ha un'influenza negativa sul sonno, ma non solo: la relazione tra la qualità del sonno e le allergie si estende ad altri aspetti come la concentrazione, l'appetito e il livello di stress.

Nonostante le allergie,
scegliere il giusto trattamento vi aiuterà a dormire bene

Molte persone con allergie hanno difficoltà a dormire bene. Se ci si sveglia spesso o si ha difficoltà nell’ addormentarsi, ciò potrebbe essere dovuto all'elevata quantità di istamina nel sangue. L'istamina viene secreta dalle cellule in presenza di polline e allergeni della polvere.

Più della metà delle persone che soffrono di allergie hanno di queste difficoltà. Se siete una di esse, i sintomi più comuni sono sonnolenza diurna, problemi di memoria e sbalzi d'umore. Di fronte a questa analisi, è importante consultare un allergologo per ritrovare un riposo sereno. Sarà in grado di aiutarci a combattere il nemico e prescriverà trattamenti adattati al caso. Se le allergie impediscono di dormire, occorre informare lo specialista in modo che consigli un trattamento che riduca i sintomi notturni.

Prima di andare a letto, adotta gesti semplici ma efficaci

Se per te la primavera fa rima con notti da incubo, è tempo di applicare misure preventive e prendere alcune precauzioni per trascorrere notti tranquille nonostante le allergie. In effetti, l'adozione di semplici gesti prima di coricarsi può ridurre al minimo l'arrivo del polline nella tua camera da letto.

1

Il primo gesto da adottare è quello dell'idratazione: idratarsi durante il giorno fluidifica il muco facilitandone l'evacuazione!

2

La seconda cosa da fare è non ventilare la stanza al mattino quando ci si sveglia. Per una buona ragione: il polline viene rilasciato principalmente tra le 5:00 e le 10:00 Meglio prediligere una ventilazione notturna, appena prima di coricarsi.

3

Gli ultimi due gesti devono essere eseguiti durante la toilette. Per prima cosa, lava bene i capelli: sono un nido di polline, vengono mantenuti lì per tutto il giorno. Quindi segue la pulizia del naso con uno spray nasale per rimuovere l'eventuale polline residuo che può causare infiammazione.

Per un sonno riparatore, cacciate gli allergeni dalla camera da letto

Come un nemico venuto dall'esterno, il polline si trova molto spesso nell'aria dei nostri interni. Come ostacolarlo efficacemente in modo che non entri in casa senza essere invitato?

Per rintracciare questo intruso invisibile, consigliamo di prestare molta attenzione alla tua camera da letto. Durante i periodi di picco del polline, aspirare la stanza più frequentemente del normale. Idealmente, questo dovrebbe essere fatto ogni giorno dopo ogni aerazione. Favorite l’utilizzo di lenzuola antiacaro e ipoallergeniche per il vostro riposo.

Per rimuovere tutti gli allergeni e gli acari dal materasso, consigliamo di mantenere il materasso disinfettato con il nostro innovativo ECOCLEAN. Riconosciuto e validato dall'European Allergy Research Center (ECARF), il nostro sistema è in grado di disinfettare ed eliminare acari e batteri. Durante la completa disinfezione, la macchina tratta i materassi con raggi UV per eliminare tutti gli organismi monocellulari. Il servizio viene fornito a casa, consentendo di mantenere il materasso in posizione e utilizzarlo immediatamente dopo il processo di disinfezione.

Materiali naturali e nobili per un riposo da re

Se al momento di coricarsi, si starnutisce con una certa regolarità, il problema è probabilmente all'interno del letto. L’imbottitura del cuscino, del piumino o del materasso può essere la causa! Sarà meglio optare per un materasso con materiali naturali, ipoallergenici e anallergici.

Il cotone, ad esempio, ha eccellenti proprietà di ventilazione: dona freschezza e traspirabilità al tuo materasso. Inoltre, il cotone è naturalmente ipoallergenico, motivo per cui questa fibra di qualità di provenienza locale si trova nella produzione dei nostri materassi Elite.

La fibra Ingeo è naturalmente ipoallergenica, ottenuta trasformazione del seme di mais, assorbe l'umidità e regola la temperatura corporea.

Un altro materiale meno conosciuto ma altrettanto interessante è la fibra Seacell, che grazie al suo contenuto di argento ha un effetto antibatterico che preserva la freschezza del sonno.

Infine, una volta a letto, occorre pensare anche a sollevare la testa di qualche centimetro per liberare le vie respiratorie.

Da Elite la garanzia di una selezione di materiali naturali e nobili che promuovono il tuo benessere.

Articoli simili
28 Gennaio 2020
E addormentarsi diventa un piacere « Ho dormito bene la scorsa notte ? » Questa è sicuramente una delle prime domande che ci poniamo al risveglio. Affinché questa domanda non diventi un'ossessione quotidiana, è necessario adottare delle buone abitudini.
14 Febbraio 2020
L'arte di dormire in due Quasi uno svizzero su due non dorme da solo. Nel momento propizio per sentirsi a proprio agio, è normale apprezzare la presenza di un partner durante il sonno. A condizione che i due partner non interferiscano durante la notte. Meglio dormire da soli che male accompagnati? Non sempre! Ogni coppia ha la sua configurazione.
06 Aprile 2020
Isolamento : qualche consiglio per restare al passo Questa indesiderata situazione pare un'opportunità per recuperare qualche sospeso verso il riposo, ma attenzione: dormire di più non significa dormire meglio. Trova qualche consiglio per non perdere terreno e mantenere una certa disciplina durante questa crisi sanitaria.